Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere gli aggiornamenti del sito!

Visite

891493

Your IP: 18.212.239.56
Data e Ora: 25-04-2019 10:48:05

Guardate dentro di voi

(Traduzione di  Samuel Lau di “Using Yishi” di Pang Ming)

Effettivamente non è soltanto una questione di pratica. La pratica può soltanto cambiare un po’ la quantità. Tutti quanti abbiamo queste capacità. Non dovreste guardare fuori di voi. Infatti è mia opinione che qualcuno di voi ha capacità che superano le mie. E’ come se voi aveste dell’oro infilato nel vostro corpo ed ancora andaste in giro elemosinando con una ciotola per l’elemosina. Oh sono povero e affamato, datemi qualcosa da mangiare. Non sapendo che avete dei tesori dentro di voi. Voglio dire che le capacità sono già in voi. Avete solo bisogno di usare un certo metodo, di concentrare la vostra mente, e di usarle attivamente; è tutto! E questo è già gongfu avanzato. Non dovete andare a cercare fuori dei maestri di qigong. E’ sufficiente che guardiate dentro voi stessi. Guardate semplicemente voi stessi quando affrontate qualche problema.

Volete sbarazzarvi della vostra malattia o avanzare nel gongfu; guardate dentro di voi. Dentro di voi ci sono tesori infiniti, semplicemente usateli. Avete soltanto bisogno di estrarli. Avete pensato che essi debbano venire da fuori; no, non possono. L’effetto reale deve venire da voi stessi. Nessuno può fare questo da fuori. Deve espandersi dall’interno. Come il germogliare di un seme, deve venir fuori da se stesso. Potete spillarlo dall’esterno, ma questo non aiuterà. Per tutti quelli che la penseranno così, il loro gongfu crescerà immediatamente così. E’ molto rapido: comprendete immediatamente quello che vi sto dicendo, avvinghiatelo con la pratica e potrete guidare la guarigione immediatamente con risultati istantanei. E’ così semplice. Nel passato nessuno ha osato dire queste cose perché i maestri di qigong sarebbero stati fuori dal mercato. I maestri di qigong sono uguali a noi, con un naso e due occhi, niente di speciale. Chi vorrebbe allora diventare l’apprendista di un maestro, seguendolo in giro? Una volta che il gatto è fuori dal sacco, diventa senza valore. Nessuno vorrebbe mai seguire il maestro per anni. Ma molti studenti non ci credono. La verità spesso non è accettata, mentre la bugia viene accettata. “Come può essere? Ciascuno di noi potrebbe farlo? Ciascuno di noi con queste capacità così elevate?”. La gente non crede in se stessa. Se parlate di Dio, allora loro crederanno. Sui demoni, credono. E se gli dite che è tutto in loro, non ci credono. “Come posso?”. Guardando giù dentro se stessi. Così non credendo in voi stessi, non credete nemmeno negli altri. Persino la lezione dell’insegnante non è credibile. Ho avuto recentemente una notizia su uno studente dei precedenti due gruppi. Dopo aver completato il corso è tornato nella sua città e ha cominciato a credere in Dio/Buddha. Ha deviato dal cammino. Infatti è difficile dire cosa sia vero o falso negli insegnamenti dei Buddisti. Ma cito Buddha quando dice “fo wai wu xin, xin wai wu fo” (“fo” suona come “four” – quattro – è una parola per indicare Buddha, ma non Buddha come persona, più una descrizione di uno stato di essere). “Non c’è xin fuori dal Buddha e non c’è Buddha fuori dallo xin”. Cos’è xin? Xin non è nient’altro che yishi.

Coloro che hanno una reale comprensione degli insegnamenti del Buddha non credono in Gautama Siddhartha Buddha come persona. Per citare un altro detto di Buddha: “il “ta” (padiglione) è xin: la fede è nello xin”. In realtà molti insegnamenti Buddisti si aggirano intorno alle teorie del qigong, ma loro non lo capiscono. Dopo la pratica del qigong, quando le capacità sono comparse, essi creano un insieme di spiegazioni Buddiste. Molte delle capacità che sono affiorate sono un risultato della pratica del qigong. Ma riguardo alle spiegazioni, dalla nostra prospettiva del qigong, non siamo d’accordo con i Buddisti. Comunque ci sono molte similitudini fino al punto che interessa la pratica. Il mio proposito qui nel menzionare tutto questo è quello di preavvertirvi di non retrocedere verso una fede cieca. Noi siamo già nel sentiero della scienza del qigong; girare intorno e far marcia indietro sarebbe controproducente.