Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere gli aggiornamenti del sito!

Visite

712675

Your IP: 54.221.136.62
Data e Ora: 13-12-2017 13:00:43

Qigong

 

 

Il Qigong è una disciplina, dalle origini antichissime, che affonda le proprie radici nella Medicina Tradizionale Cinese.  Nella cultura cinese è insita la convinzione che i comportamenti, le abitudini e le pratiche psicofisiche siano determinanti per decidere la qualità e la durata della vita di ogni individuo. Particolare importanza è attribuita ai comportamenti e alle pratiche volte a “nutrire la vita” e ad assicurare salute e longevità. Perciò il Qigong  viene definito “arte della salute”, in quanto il suo approccio olistico alla persona, proprio del pensiero e della medicina cinese,  coltiva l’equilibrio degli aspetti fondamentali dell’essere umano: corpo, mente, spirito. Infatti la pratica del Qigong si sviluppa attraverso le cosidette Tre Regolazioni  (San Tiao), coinvolgendo contemporaneamente i tre aspetti fondamentali dell’essere umano:

Regolazione del corpo (Tiao Shen):

il corpo durante la pratica, attraverso l’assunzione di posture statiche o l’esecuzione di sequenze dinamiche, ottiene un completo rilassamento che permette all’energia di fluire liberamente. Ciò  stimola i meccanismi fisiologici che portano al recupero funzionale ed alla regolarizzazione dell'organismo.

Regolazione del respiro (o dell’energia) (Tiao Xi):

una  respirazione regolare e profonda  consente di utilizzare l'energia dell'aria per favorire lo scambio tra la circolazione sanguigna e le cellule dei tessuti. l'aria, scendendo fin nell’addome, fa sì  che sia l’intero corpo a respirare. Questo permette a tutte le funzioni corporee di armonizzarsi.

Regolazione dell’aggregato Cuore-Mente (Tiao Xin):

armonizzare il cuore e la mente, sgombrando la mente da pensieri e preoccupazioni e pacificando il cuore. Quando la mente è salda e tranquilla osserva i fenomeni senza giudizio, nella loro vera essenza. Ciò permette al Cuore di discernere, operare cioè scelte adeguate e in linea con il fluire naturale degli eventi. 

Questi processi si influenzano vicendevolmente pertanto l’equilibrio è determinato dall’integrazione delle tre regolazioni.

Il termine cinese Qigong 氣功 è composto da due caratteri Qi= Energia e  Gong=Lavoro costante e meritorio. Pertanto con questo termine si intendono l’insieme di pratiche che, attraverso un lavoro costante, potenziano ed equilibrano l’energia. Pur essendo il termine Qigong di origine relativamente recente, in quanto solo negli anni “50 è entrato in uso per definire le pratiche psico-fisiche di  potenziamento e ripristino dell’equilibrio energetico, si possono rintracciare testimonianze di tali pratiche già durante la dinastia degli Zhou (1030-722 a.C.) grazie al ritrovamento di alcune scritture di bronzo dove viene citata una sorta di danza in grado di eliminare i ristagni del corpo.

Lo sviluppo del Qiqong è avvenuto nel corso dei secoli dando origine a scuole diverse. Le più importanti possono essere così schematizzate:

 • la scuola medica volta alla prevenzione e alla cura delle malattie;

 • la scuola confuciana tesa a coltivare il carattere e la virtù morale;

• la scuola buddista, di derivazione indiana e tibetana, basata essenzialmente sullo sviluppo della  consapevolezza e sul distacco con lo scopo di raggiungere l'illuminazione;

• la scuola taoista, che trova origine in antichissime pratiche ascetiche e danze sciamaniche, si concentra sulla ricerca della longevità tramite il rafforzamento del corpo e della mente in sintonia con le leggi della natura;

• la scuola marziale diretta soprattutto al rafforzamento della costituzione fisica e all'addestramento del corpo finalizzato al combattimento.

Il Qigong, portando il Qi dell’ organismo all'unisono con quello dell'ambiente naturale, intensificandone in tal modo la potenza, si pone come obiettivo la conservazione della salute e il prolungamento della vita, ma anche la crescita umana e spirituale del praticante. La persona che pratica il Qigong non solo giunge a godere di buona salute, invecchiare meglio e vivere più a lungo, ma vede anche crescere la propria ricchezza spirituale, sviluppando il suo pieno potenziale umano.

Il Qigong è una tecnica di lunga vita, nella duplice accezione di rallentare l’invecchiamento e favorire il processo di maturazione dell'essere umano sul piano spirituale.

 Il Zhineng Qigong

Il Zhineng Qigong  智 能 气 功, molto popolare in Cina, è supportato da un apparato teorico completo che, più che uno stile, permette di classificarlo come una “scienza”. La parola Zhi indica "saggezza, ingegnosità e bravura" mentre il carattere Neng definisce "l'abilità e la capacità nel compiere qualcosa"; il termine completo significa: "il Qigong che sviluppa la saggezza e l'intelletto”.

E’ stato ideato dal Prof. Pang Ming che fra la fine degli anni ’70 e gli inizi degli anni ’80 si fa promotore  di un rinnovamento e di una sistematizzazione dei qigong tradizionali. Descrive la sua teoria nel testo:"zhineng qigong kexue gongfaxue: hunyuan zhengti lilun“ (fondamenti del zhineng qigong: teoria  dell’interezza hunyuan).

Il Prof. Pang Ming fu il primo a insegnare la tecnica del Qi esterno e a teorizzare e poi ad applicare la teoria del Campo di Qi. Relatore principale nel primo convegno nazionale degli insegnanti di qigong, fondò il centro pratica di Qinghuangdao, Shandong e il centro di cura e ricerca di Hebei.

Fu  il fondatore di quello che poi sarebbe stato definito il più grande ospedale del mondo senza medicine. Verso la fine degli anni ’90 il Zhineng qigong è stato definito dal Chinese Sports Bureau (organismo ufficiale che si occupa di tutte le pratiche psicofisiche tradizionali Cinesi): "il più efficace Qigong cinese per il miglioramento della salute".