Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere gli aggiornamenti del sito!

Visite

712687

Your IP: 54.221.136.62
Data e Ora: 13-12-2017 13:03:22

Shiatsu


Che cos'è lo “Shiatsu”

Shiatsu: dal giapponese Shi = dito, Atsu = pressione

Con questo termine si designa una tecnica manuale che consiste in pressioni effettuate sul corpo con le dita della mano, senza l’impiego di altri strumenti che si frappongono fra l’operatore e chi riceve il trattamento. L’energia, definita dagli orientali come QI, che circola attraverso canali detti meridiani, viene armonizzata attraverso pressioni costanti mantenute sul corpo. L’operatore, applicando diversi tipi di pressione lungo questi meridiani e su diverse aree del corpo, rimette in circolo questo flusso energetico andando così a migliorare e riequilibrare l’energia stessa attraverso: organi, ghiandole, muscoli, articolazioni e sangue.
La pressione viene portata sulla rete dei meridiani, aree e punti. La concezione di una struttura energetica dell’essere umano, codificata dalla Medicina Tradizionale Cinese è patrimonio di tutte le tradizioni estremo-orientali ed è la radice da cui lo Shiatsu nasce e si sviluppa.

A chi serve, i benefici

ll trattamento è rivolto a tutti sia giovani che anziani,sportivi e sedentari, inoltre è di valido aiuto in gravidanza per attenuare eventuali disturbi tipici di questo periodo.
Ad ogni tipo di problema della persona sarà effettuato il tipo di trattamento più idoneo
I Benefici dello Shiatsu portano ad un benessere psicofisico globale stimolando positivamente tutti coloro che ne sono coinvolti.
“Rafforza la mente e il corpo”
“Rilassa e combatte lo stress”
“Migliora e regolarizza il metabolismo”
“Aumenta l'efficienza del sistema immunitario”
“Aumenta la capacità di reazione alle malattie”.
“Migliora le capacità individuali (lavoro,sport,
concentrazione, studio ecc.)”
“Migliora la mobilità articolare”

Come avviene e quanto dura una seduta Shiatsu?

Il trattamento viene svolto quasi sempre a terra, l’operatore effettua una valutazione                dello stato energetico generale del ricevente inquadrando i vari squilibri.
Il ricevente viene fatto sdraiare comodamente a terra, su un apposito materassino. Diverse sono infatti le posizioni che, a seconda delle necessità del trattamento, possono essere fatte assumere a terra dal ricevente: sdraiato prono o supino, disteso su un fianco, ma anche seduto per alcune particolari manovre sul collo e sulle spalle. La seduta ha la durata di circa un’ora.

In Giappone lo shiatsu fu riconosciuto e codificato ufficialmente come tecnica autonoma nel 1964. Negli anni '60, Shizuto Masunaga, docente di psicologia all'Università di Tokio e appassionato di MTC, fuse nel suo stile, da lui denominato "Zen Shiatsu" modelli orientali e occidentali.

Chi pratica Shiatsu instaura un rapporto con chi lo riceve volto ad aumentare il benessere e la salute. L’esperienza ci insegna che questa pratica favorisce una percezione della qualità soggettiva di vita, via via migliore per entrambi i partecipanti all’incontro.