Articoli Correlati

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere gli aggiornamenti del sito!

Visite

951759

Your IP: 18.206.241.26
Data e Ora: 16-07-2019 02:13:50

Bodhisattva sul posto di lavoro!

Bodhisattva sul posto di lavoro!

Come praticanti di ZQG dovremmo mantenere nella vita quotidiana un buono stato di qigong, tutto il tempo. Lo stato dovrebbe essere “consapevole, calmo, armonioso”. Questo stato di Consapevolezza creerà in maniera naturale un buon e meraviglioso campo di Qi. Il campo di Consapevolezza e il campo dell’informazione intorno a noi, nel nostro ambiente, lo stato della nostra vita influenzerà  in maniera naturale l’ambiente circostante. Per esempio, il nostro buono stato di vita darà beneficio alle piante, come i fiori nel nostro ufficio, nella nostra ditta.

Il nostro stato di vita porterà benefici agli animali, ai gatti, agli uccelli, ai cani. Il nostro buono stato di vita porterà benefici anche alle persone intorno a noi. Il nostro personale, i nostri amici, i nostri colleghi e i nostri superiori. Questo è molto importante quando siamo in un gruppo. Quindi, se stiamo in un gruppo, non dobbiamo sempre ordinare o richiedere agli altri di fare qualcosa. Abbiamo bisogno di mantenere un buono stato di vita e usare le nostre buone azioni e il nostro buon comportamento per influenzare gli altri. Forse non abbiamo bisogno di pensare che dovremmo influenzare gli altri, dobbiamo solo sapere che la nostra esistenza influenzerà naturalmente gli altri. Quindi il nostro interno deve essere centrato, stabile e armonioso.

Quando siamo in questo stato, la luce della nostro Consapevolezza diffonderà fuori la stessa informazione, come delle onde, avendo degli effetti sulle persone intorno a noi. Siamo come un grande magnete perché la nostra informazione, il nostro Qi, la nostra energia è molto confortevole, molto felice. Le persone sperimenteranno tutto ciò e desidereranno restare in contatto con noi e lavorare con noi. Li influenzeremo in maniera naturale.

Quindi la prima cosa è praticare su noi stessi per mantenere un buono stato. La seconda cosa è che abbiamo bisogno di mandare una buona informazione all’ambiente a noi circostante. Per esempio al nostro posto di lavoro. Abbiamo bisogno di mandare lì una buona informazione, organizzarla consapevolmente. Abbiamo bisogno sempre di organizzare questo campo di Qi. Sempre e ancora, ogni giorno. Quando vai nella tua ditta o al tuo posto di lavoro hai bisogno di stare felice.

 

E come primo pensiero dobbiamo pensare: “Oh…, qui ho un campo di Qi molto bello, molto buono. Qui ho un campo di Qi molto invitante. Tutte le persone che verranno in questo campo di Qi diventeranno armoniose, si sentiranno a loro agio, ameranno questo campo di Qi. E le persone possono trovare una buonissima energia qui in questo posto di lavoro.” Questa buona informazione ed energia può curare i loro problemi e portare benefici al loro corpo e alle loro menti. Potrà persino portare dei benefici ai loro amici e alle loro famiglie.

Dobbiamo organizzare coscientemente il campo di Qi, organizzarlo attivamente. Come organizzare il campo di Qi? Possiamo usare diversi modi. Per esempio, cantare le 8 formule. Oppure, coinvolgere i colleghi di lavoro a cantare insieme una bella canzone felice, qualche canzone popolare. Come le canzoni dei bambini. Non abbiamo bisogno di dire loro “… adesso organizziamo un campo di Qi”, alcune persone non capirebbero cosa sono i campi di Qi. Quindi, semplicemente, coinvolgiamoli. “Ok, cantiamo tutti insieme una canzone felice”.

Anche questo è un modo per organizzare un campo di Qi felice. Ma non deve essere troppo stimolante. La canzone deve portare le persone ad uno stato felice e di calma. Lasciate che essi sentano che l’energia è pura, è autentica. Una buona canzone da alle persona una buona informazione e costruisce in maniera naturale un buon campo di Qi nel nostro posto di lavoro.

Vi è anche un terzo punto. non importa se siamo operai, capi o amministratori. Noi dobbiamo avere un cuore grato. Dovremmo sempre praticare il “ringraziamento” verso tutti. Questa è una qualità assolutamente basilare.

“Il regalo più grande verrà da me…”        

Se vogliamo avere un gruppo di persone intorno a noi, se vogliamo avere dei buoni rapporti con gli altri, dobbiamo sempre ricordare il “ringraziamento”, la gratitudine. Pensiamo che l’esistenza delle altre persone è sempre un grande regalo per noi. Se alcune persone sono in conflitto con noi, anche loro ci aiutano, anche loro ci illuminano, come angeli.

Dobbiamo “laurearci” nell’uso della gratitudine, nel “ringraziamento”. “Grazie, dal profondo del mio cuore”.

Loro ci mettono alla prova. Il nostro interno è stabile? Loro ci aiutano a trovare le nostre fissazioni interne! Quindi sono degli amici importantissimi per noi. Perché normalmente i nostri buoni amici non possono aiutarci a trovare le nostre fissazioni interne. Quegli amici speciali invece ci aiutano a trovare le nostre fissazioni interne. E allora noi possiamo cominciare a lavorare con il nostro interno, a migliorare, a risolvere le fissazioni, i blocchi. A migliorare le nostre situazioni non salubri. A questo punto dobbiamo sapere che se vogliamo fare meglio in questa società, dobbiamo costruire delle buone relazioni. Se vogliamo avere delle buone relazioni, dobbiamo avere un buono stato e una buona gratitudine.

“Non avere paura, anche se è dura da sentire…”

Se un nostro amico speciale ci chiede di fare qualcosa che noi non vogliamo fare, dobbiamo usare la nostra saggezza. Non dobbiamo entrare in agitazione e non dobbiamo nemmeno fare la cosa che ci è stata richiesta. Se abbiamo sufficiente saggezza, possiamo spiegarlo al nostro amico speciale. E allora l’amico cambierà idea e ci ringrazierà. Penseranno che abbiamo ragione.

Se la nostra saggezza non è ancora ad un livello alto, possiamo dire semplicemente al nostro amico speciale: “adesso non voglio fare questa scelta, ma ti ringrazio”. In questo modo non ci dispiaceremo e non proveremo risentimento nei loro confronti. Non importa se a loro non piacerà il nostro atteggiamento. Dobbiamo accettare questa persona dal nostro Cuore.

Un giorno ho incontrato una studentessa di Qigong. Aveva dei problemi seri di cuore. Anche il suo respiro era difficoltoso. Venne alla classe di guarigione. Praticò per molto tempo, ma il problema rimase ancora lì, anzi era persino peggiorato. Andai al Centro di Qigong a far visita ad un mio amico e incontrai anche lei. E mi chiese: “Perché ho praticato qigong per dieci anni ma il mio problema è peggiorato? Alcune volte mi sento meglio, altre volte peggio. Ma sembra che stia gradualmente peggiorando”.

Io le chiesi: “Conosci la causa dei tuoi problemi di cuore?”.

Lei iniziò a raccontarmi una storia. “Circa dieci anni fa uno dei miei migliori amici mi ha ingannata. Mi ha preso dei soldi. Mi ha incoraggiato a dargli dei soldi, investendoli in un affare. Gliene diedi 100,000. Erano tutti i soldi che avevo messo da parte. Ho avuto fiducia in quell’amico, era il mio migliore amico. Ma lui dopo aver preso i miei soldi sparì. Non si è più messo in contatto con me. Dapprima mi sono sentita molto arrabbiata, poi depressa. Non potevo parlare di questo con i miei bambini, con mio marito o con i miei amici. Temevo che si sarebbero rattristati e avrebbero litigato con me. Così tenni questa difficoltà dentro di me. A poco a poco iniziai a non poter dormire bene, a non mangiare bene. E scoprii che il mio cuore non andava bene. A poco a poco i problemi di cuore andarono peggiorando. E cominciarono a influire anche sulla respirazione. Poi più in là, quando volli praticare Qigong per risolverli, e praticai duramente, scoprii che non potevo risolverli. Qualche volta mi sentivo meglio, qualche volta il problema insorgeva nuovamente e peggiorava.”

Mentre parlavamo mi accorsi che lei era entrata nella sua fissazione interna. Perché questa fissazione aveva bloccato il Qi nel suo cuore. Se lei continuava a praticare soltanto con l’energia, la mente, la fissazione della Consapevolezza nella mente non avrebbe potuto cambiare. Il problema sarebbe rimasto lì. Lei doveva cambiare la sua mente.

Quindi, il primo giorno le dissi: “Oh, questo amico speciale, il tuo amico, è un Angelo. Ti ha aiutata a trovare il tuo punto debole. Ti ha portato sulla via della pratica. Per prima cosa tu devi ringraziarlo. In secondo luogo, devi fare pratica del “ringraziamento”. I soldi sono solo beni materiali per la nostra vita. Adesso tu hai una buona stanza, tutto… non ti attaccare a questi. I soldi, le cose materiali, sono all’esterno delle nostre vite, la tua volontà è separata da tutto questo.

Quindi stanotte, quando la luna è molto luminosa, cerca di trovare un posto tranquillo. Immagina il tuo amico speciale e mandagli delle benedizioni. E pratica il “ringraziamento”.

“Di qualunque cosa tu hai bisogno, in ogni momento del giorno o della notte…”

Prima di questo lei odiava il suo amico speciale. Quando ne parlò, c’era rabbia e odio. Queste emozioni creavano il problema, quindi lei doveva cambiarle. Adesso aveva bisogno di amare e ringraziare il suo amico speciale.

Quindi, la prima notte fece come le avevo detto. Sotto la luna brillante, in un posto tranquillo, pose le mani in posizione Heshi e sussurrò: “Molte grazie, mio buon amico. Ti voglio bene. Grazie per avermi aiutato a trovare la mia fissazione. E’ un bene per me, per migliorare il mio interno”.

Il secondo giorno, quando mangiammo insieme, lei mi disse: “Anche se nella mia mente logica io posso pensare di ringraziare il mio amico, …. Sento però che nel profondo del mio cuore io lo odio ancora. Il mio interno è in conflitto. Non posso cambiare il mio cuore. Come fare? Sembra falso, come se stessi ingannando me stessa.”

Ma io le dissi: “Devi mobilizzare le tue emozioni. Continua a farlo ogni giorno. Usa più emozioni, emozioni felici. A poco a poco avrai fiducia nel tuo vero Amore. E potrai sperimentare il vero “Ringraziamento” e benedire il tuo amico. Diventerai come una amica Bodhisattva. Molto compassionevole. Fallo ogni giorno. Cambierai.”.

Lei continuò a farlo.

Dopo solo tre o quattro giorni, il suo viso cambiò. Prima il suo volto era molto grigio. Ma dopo alcuni giorni il suo volto a poco a poco divenne più roseo e più felice. Prima la sua faccia sembrava sofferente, come se le cose fossero difficili. Come la corteccia di un vecchio albero. Ma a poco a poco un sorriso comparve sul suo volto, e lei sembrò più bella, più a proprio agio. E mi disse che il suo interno si era aperto molto, e che andava sempre meglio. Le chiesi di continuare. Dopo alcune settimane mi disse che per la maggior parte del tempo non sentiva i problemi al cuore. E il suo respiro era ottimo, adesso. Anche il suo sonno era buono.

“Spero che rimarrà sempre in questo modo…”

Quindi, vedete, le persone che creano per noi conflitto rappresentano in realtà degli amici speciali. Se pensiamo che sono degli angeli, loro diverranno angeli per noi. Se pensiamo che sono dei nemici, faremo dei nemici nel nostro corpo. Puniremo noi stessi e creeremo problemi per noi stessi. Se pensiamo che sono degli angeli, faremo degli angeli nella nostra vita. E quell’angelo migliorerà la nostra vita.

Solo un pensiero! Se usiamo pensieri negativi per pensare agli altri, otterremo dei risultati negativi. Se pensiamo a loro in modo positivo, otterremo dei risultati positivi. Quindi nel nostro posto di lavoro abbiamo bisogno di avere questo tipo di modo di pensare. E aprite il vostro Cuore! Abbiamo un Cuore grande. Sapete, un cuore sano è sempre grande. E aperto.

Se vogliamo avere delle buone relazioni e costruire un buon campo di Qi e fare in modo che la nostra saggezza si sviluppi, abbiamo bisogno di praticare come creare delle buone relazioni.

Queste buone relazioni ci danno sempre una buona informazione, una informazione positiva. Noi diamo agli altri una informazione positiva e anche gli altri ci danno una informazione positiva. Quindi, l’informazione felice lavora sempre insieme. E il campo di Qi dell’informazione positiva e il campo di Qi della Consapevolezza diventeranno sempre più forti. Questo genere di campi di Qi attiverà il nostro potenziale. E svilupperà la nostra saggezza. Allora il nostro lavoro diverrà sempre migliore, e le nostre aziende, i nostri posti di lavoro, miglioreranno.

Wei Qifeng

 

Fonte: http://www.daohearts.com/it/